La danza e la musica del mondo arabo

Musica e danza orientale un mondo da scoprire

Questo portale dedicato a musica e danza nel mondo arabo è diretto da Sabina Todaro del Mosaico Danza di Milano (www.ilmosaicodanza.it), autrice di tutti gli articoli che non recano specificato il nome di un altro autore.

La musica e la danza orientale sono patrimonio di tutti. Se avete necessità di utilizzare gli articoli di questo sito, saremo lieti di  concedervene l’uso, ma per favore contattateci

La musica e la danza araba sono fenomeni ricchi e complessi nei quali orientarsi non sempre è semplice, soprattutto abitando lontano dal mondo arabo, pur geograficamente così vicino!

Oggi la danza del ventre sta conoscendo una diffusione mondiale senza precedenti. Ma nel mondo arabo non esiste soltanto la danza del ventre! Oltre alla danza del ventre, l’universo danza in medioriente e nel maghreb è sconfinato, ed è importante conoscere e capire la musica che la ispira.

In primo luogo occorre distinguere la scuola del mondo arabo orientale dalla scuola del mondo arabo occidentale, capire e distinguere gli strumenti usati nei vari generi musicali, i ritmi, le scale musicali, il fenomeno del Maqam, l’evoluzione degli stili nel corso del tempo ecc.

La ricerca di informazioni che riguardino la musica araba, e forse ancora di più per quanto riguarda la danza, è un duro lavoro, e fra l’altro in lingua italiana è disponibile pochissimo materiale: maggiori notizie si possono raccogliere sull’argomento in francese soprattutto ma anche in inglese e ovviamente in arabo.

Attenzione perché le informazioni che si trovano on line e addirittura su libri e riviste non sono sempre attendibili, purtroppo: l’orientalismo è un filtro che rende difficile discernere la fantasia dalla realtà storica.

Per quanto riguarda la musica araba, la bibliografia in italiano è ancora scarsa. Da leggere sarebbero senza dubbio due libri, molto difficili da trovare in acquisto ma reperibili in biblioteca:

Habib Hassan Touma “La musica degli arabi” ed Sansoni 1982

Pietro Righini “La musica araba nell’ambiente e nella storia e le sue basi tecniche” ed. Zanibon 1983

Se volete scrivere articoli per il sito, inviateceli e saranno pubblicati a vostro nome.

Mandateci anche biografie e informazioni sulle varie attività dei professionisti della danza orientale in Italia per la sezione “danzatrici e danzatori in Italia”.

Le figure che hanno fatto la storia della danza orientale.

Volutamente in questa sezione i personaggi sono presentati in ordine alfabetico, ma ci sono fra loro grandissime differenze di qualità, capacità e valore nella diffusione della danza orientale nella storia e nel mondo.

Dalla storica figura di Badia Masabni, la prima danzatrice ad avere l’idea di creare un cabare apposito per mostrare la danza orientale su un palcoscenico teatrale alle figure delle tre danzatrici storiche della filmografia egiziana, Samia GHamal, Tahia Karioka e Naima Akef, alle leggendarie Nagwa Fouad e Suheir Zaki, all’energia pura di Fifi Abou e di Azza Sharif fino alle figure internazionali contemporanee, come Jillina, la musa ispiratrice delle Bellydance Superstars, la compagnia che ha reso ancor più popolare la danaz orientlae portandola in tournée per il mondo, che dimostrano che la danza orientale è ormai diventata un patrimonio mondiale al di là delle barriere territoriali.

Il gusto personale ci farà scegliere che cosa ci corrisponde di più, ma l’importanza storica delle varie figure è fondamentale, e riconoscerla va ben al di là del gusto: ci aiuta a capire meglio un fenomeno complesso.

  • AZZA SHARIF
  • BADIA MASABNI
  • DINA
  • FAIROUZ ARTEEN KALEVAN FAIROUZ HANEM
  • FARIDA FAHMY
  • FIFI ABDOU
  • HEKMET FAHMY
  • IBRAHIM AKEF
  • LUCY
  • MAHMOUD REDA
  • MO GEDDAWI
  • MOHAMMED KHALIL
  • MONA SAA’ID
  • NADIA JAMAL
  • NAGWA FOUAD
  • NAIMA AKEF
  • NELLY FOUAD
  • ORIT MATSAFIR
  • PROF. DR. HASSAN KHALIL
  • RANDA KAMEL
  • RAQIA HASSAN
  • SAMIA GAMAL
  • SUHAIR ZAKI
  • TAHIYA KARYOKA
  • TITO SEYF
  • YOUSRY SHARIF