Baligh Hamdi


Baligh Hamdi

Il musicista egiziano del Cairo Baligh Hamdi è nato il 7 ottobre del  1931 muore il 17 Settembre del  1993. Emerso sulla scena musicale negli anni ’80 e ha lavorato come compositore, arrangiatore e, naturalmente, come musicista.

la sua musica attinge alle estetiche dei ritmi folk egiziani nel comporre le sue canzoni e della musica contemporanea del suo tempo. Il suo suono ha un sapore classico dato dall’uso prolungato di strumenti a corda ma ha anche fatto uso frequente di  tastiere elettroniche e chitarre in armonia con le corde, o alternandosi con le corde, in molte sue canzoni.

Nel 1994 Baligh Hamdi ha pubblicato l’album “Indo-Arabic Variations” per l’etichetta Playa Records. Scritto insieme a Magid Khan, il lavoro includeva le tracce “Magnouna”, “Ennai”, “Sahara”, “Gazairia” e “Achark”. Quattro canzoni del disco sono state incluse nella compilation del 1995 “Journey to the Middle East: Turkey/Egypt”, anch’esso pubblicato dalla Playa records.

Hamdi vi compare insieme ad artisti come Amin Hamurcu.