Raqia Hassan

Raqia Hassan

la danzatrice Raqia Hassan

la ballerina Raqia Hassan

è una coreografa e insegnante di fama internazionale. Ha studiato alla scuola di Mahmoud REDA e danzato nella sua compagnia Reda Troupe per anni anche come solista. Profonda conoscitrice della danza folcloristica egiziana, base del suo inconfondibile stile, è considerata una delle più importanti sviluppatrici della tecnica della danza egiziana e della rappresentazione scenica. Raqia Hassan ha insegnato a molte delle più famose danzatrici egiziane nel suo piccolo studio-abitazione a Il Cairo e viene contattata da un sempre crescente numero di danzatrici provenienti da tutto il mondo. E’ molto popolare sia in Europa che negli USA .

È una danzatrice e un’ artista abituata a lavorare su se stessa e in costante evoluzione artistica, anche se è abituata a lavorare con grandi coreografi e grandi artisti tratta comunque i suoi studenti con il massimo affetto,  in qualsiasi circostanza. La sua padronanza della lingua inglese e la sua bravura nel descrivere i movimenti della danza la rendono l’insegnante ideale per il ballerino straniero che si approccia per la prima volta a questa danza, da qualsiasi parte del mondo provenga, troverà subito una connessione con lei che è abituata a lavorare con artisti di tutto il mondo. Il suo amore per questa danza diventa palpabile quando si ha la fortuna di guardarla ballare.

la danzatrice Raqia Hassan

la ballerina Raqia Hassan su una locandina

La sua padronanza dei movimenti della danza le consente di seguire la musica e i cambi musicali con estrema spontaneità ma anche personalità, in modo da caratterizzare ogni sua performance sempre in modo diverso e affascinante, indimenticabile per chi studia con lei ma anche per chi, semplicemente la vede ballare in sporadiche apparizioni. In ogni occasione di danza trova il modo di mettere se stessa e le sue abilità a disposizione di allievi e studenti, in modo che i suoi stage e workshop siano aperti e fonte di confronto e di studio. Si tratta di una ballerina e di un insegnante che sa calibrare nella giusta misura l’intensità del sentimento che questa danza richiede, in modo che sia possibile coglierla senza sforzo, tanto da rendere le sue esibizioni  estremamente dirette e comprensibile. Il suo temperamento da molta validità al suo essere insegnante e il su background di danza conferma quelle qualifiche. Diventata membro della famosa compagnia Reda national Folklore del Cairo a soli sedici anni ha continuato ad allenarsi e a studiare con  Mahmoud REDA e solo successivamente a assunto il ruolo di insegnante per i nuovi ballerini della compagnia. Il primo amore di Raqia fu per la danza orientale, ma non avendo la possibilità di perseguirlo si unì alla compagnia di folklore  pur di ballare avrebbe fatto di tutto , e questo le ha permesso di allenare ballerini per oltre venti anni. Incontrò Azza Sherif nel 1984, durante una sua esibizione a teatro che le chiese subito di diventare sua insegnante che ebbe il pregio di vedere in lei, oltre che una ballerina, una maestra. Quando lasciò la compagnia si rese conto che la sua strada era un’altra, tanto da non insegnare più coreografie di folklore. Riesce ad aiutare ogni ballerino a sviluppare uno proprio stile, perché riesce a vedere le caratteristi predominanti in ogni danzatore. Insegnò a Mona Said,  Dina innumerevoli altre importanti ballerine e danzatrici egiziane Fifi Abdou,  Nelly Fouad,  Aida Nour,  Shar Hamdi ma anche ballerine emergenti e più recenti come Nani e Hendaiya.  Raqia è riuscita a lasciare un’ impronta indelebile sui nella danza orientale così come la si può trovare oggi sui palchi del Cairo. Ci sono dei movimenti che lei è riuscita ad abbellire introducendoli in quello che adesso è considerato lo stile egiziano moderno, movimenti facilmente riconoscibili come ad esempio i movimenti delle anche di Mona Said o anche i grandi cerchi fatti dalle anche  di  Dina, chiave dell’influsso stilistico che Raquia è riuscita a trasmettere e a far giungere fino al tempo più recente. ha un amore infinito per la danza e per la sua capacità di cambiare, di evolvere, la paragona spesso alla moda e ne  interpreta il cambiamento ogni volta che ne ha la possibilità mettendosi alla prova prima di tutto come studente e non come grande ballerina, riuscendo a rinnovarsi ogni volta e rimettendosi alla prova. la sua interpretazione è potente e coerente con l’espressione del viso, è fortemente convinta che la sensazione venga prima della musica e vede l’amore per la danza anche se è nutrito da altre persone straniere giunte in Egitto solo per la danza. Distingue i periodi storici della danza egiziana in un “prima che fosse conosciuta”  e “un dopo che è stata conosciuta” nel mondo e nota quanto gli stanieri oggi come oggi conoscano questo ballo e ne sappiano cogliere le sfumature con importanza